Aviva Vita S.p.A. dal 1° aprile è entrata a far parte del Gruppo Intesa Sanpaolo e dal 30 maggio ha cambiato denominazione sociale in Assicurazioni Vita S.p.A. Se hai polizze di Aviva Vita S.p.A. vai al sito www.assicurazioni-vita.it
Aviva Life S.p.A. Aviva S.p.A. dal 1° dicembre 2021 sono entrate a far parte del Gruppo CNP Assurances. Se hai polizze di Aviva Life S.p.A. e/o Aviva S.p.A., visita il nuovo sito www.gruppocnp.it.
Aviva Vita S.p.A. dal 1° aprile è entrata a far parte del Gruppo Intesa Sanpaolo e dal 30 maggio ha cambiato denominazione sociale in Assicurazioni Vita S.p.A. Se hai polizze di Aviva Vita S.p.A. vai al sito www.assicurazioni-vita.it.
Aviva Italia S.p.A. dal 1° ottobre 2021 è entrata a far parte del Gruppo Allianz e dal 1° dicembre 2021 ha cambiato denominazione in Allianz Viva S.p.A.. Se hai polizze di Aviva Italia S.p.A., visita il nuovo sito www.allianzviva.it.
29 Lug 2019

Aviva Assicurazioni al fianco di The European House – Ambrosetti per valorizzare l’attrattività del paese Italia

29 luglio 2019 – Aviva, compagnia assicurativa leader in UK e tra i principali player in Italia, è partner della nuova edizione del Global Attractiveness Index (GAI), un indice-Paese in grado di offrire una fotografia rappresentativa dell’attrattività e sostenibilità di 144 Paesi e, conseguentemente, fornire indicazioni affidabili a supporto delle scelte di sistema in tema di crescita e ottimizzazione dell’ambiente pro-business. 
 
Una partnership che conferma l’impegno del Gruppo Aviva nel sostenere e valorizzare i mercati e i sistemipaese nei quali opera. Aviva ritiene che la sostenibilità degli investimenti e l’innovazione tecnologica siano principali leve di attrattività, e considera quindi questo studio un’opportunità per chi fa impresa in Italia di conoscere aree di sviluppo ancora inesplorate dove indirizzare gli investimenti e valorizzare il sistema Paese.  
 
L’edizione 2019 del Global Attractiveness Index, che verrà presentata durante la 45esima edizione del Forum The European House – Ambrosetti a Cernobbio, domenica 8 settembre, si avvale del contributo di due Advisor di prestigio: Enrico Giovannini (Professore ordinario di Statistica Economica dell’Università Di Roma “Tor Vergata”, già Presidente ISTAT e Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali) e Ferruccio de Bortoli (Presidente della Casa Editrice Longanesi e Associazione Vidas). A ulteriore sostegno della robustezza dell’indice si affianca la certificazione dell’audit statistico indipendente del Joint Research Centre della Commissione Europea. 
 
“Quello di Aviva è un chiaro impegno a promuovere, all’interno della comunità finanziaria, questa ricerca che presenta in maniera oggettiva la situazione politica, economica e sociale italiana. Il GAI ha infatti il vantaggio di raccontarci, tramite indicatori di sintesi, punti di forza e aree di miglioramento del sistema Paese – commenta Ignacio Izquierdo, CEO di Aviva in Italia – Nella sua ultima edizione, ad esempio, lo studio ha evidenziato come l’Italia detenga numerosi record tra cui: prima posizione per numero di pmi manufatturiere e primo Paese in Europa per misure fiscali a favore di investimenti in business digitali. Se è vero dunque che il Belpaese ha necessità di migliorare e crescere sotto diversi aspetti, sotto altri è certamente all’avanguardia e già rappresenta un punto di riferimento per molti”. 
 
Tra i settori in cui l’Italia rappresenta un esempio di eccellenza internazionale ci sono anche l’aerospazio, la robotica, la cantieristica navale, la produzione di farmaci - settore in cui è stata appena superata la Germania- oltre a moda e cosmetica. In attesa di conoscere la nuova edizione del GAI che fornirà dati aggiornati sullo stato attuale dell’economia italiana in questi e in altri settori e sulla competitività delle sue aziende, il 24 luglio è stato presentato l’indice 2018 alla XIII Conferenza degli Ambasciatori e delle Ambasciatrici tenutasi all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Un’occasione in cui è stata ribadita l’importanza di stimolare gli investimenti per generare straordinarie opportunità per lo sviluppo economico, sociale e ambientale dell’Italia.